8 marzo festa della donna:

8 marzo 2019 la pizzeria il Capriccio di Cugnasco-Gerra ha organizzato una serata a favore delle Donne, in occasione della festa della Donna parte dell’incasso della serata è stato devoluto a favore della nostra fondazione.

SERATA INFORMATIVA-Donne di cuori

_La cardiologia nella donna

_La sessualità in menopausa

 

Corsi di alimentazione

Visto il riscontro positivo nei confronti dei corsi di alimentazione, la Fondazione ha deciso di continuare ad offrire alle donne i corsi di alimentazione offerti nel 2015. Uno dei temi portati avanti dalla nostra Fondazione è quello della prevenzione delle malattie attraverso una vita sana. Vita sana è sinonimo di movimento fisico regolare e alimentazione corretta. I corsi di alimentazione sono volti a una maggiore consapevolezza del secondo costituente. Non tutti sanno come rendere degli ali- menti sani, quali la frutta e la verdura, buoni e appetitosi, oltre a non comprenderne necessaria- mente l’importanza. Attraverso i corsi di cucina Gaetano Tresoldi  il nostro cuoco qualificato offre degli spunti e delle informazioni interessanti a quelle donne che sono determinate a migliorare il proprio stile di vita attraverso un’alimentazione sana, aiutando il proprio corpo a sopportare le insidie giornaliere. I corsi si sono svolti a Bellinzona nella sede della Fondazione in più momenti dell’anno e vi è stata una buona partecipazione. Sono quindi stati dedicati ai corsi di alimentazione CHF 2’500 che, grazie ai contributi di alcuni partecipanti, versati quale ringraziamento, hanno coperto gran parte delle spese.

Corsi di Pilates

La Fondazione Noi Donna ha organizzato e offerto nell’an- no 2016 dei corsi di Pilates alle donne cui è stato diagnosticato un cancro al seno sostenendo costi per un totale di CHF 2’000.-. Questa iniziativa è volta soprattutto alle don- ne che hanno subito un intervento chirurgico, così che possano ripristinare le capacità motorie e combattere il timore di contrarre lesioni attraverso il movimento. In questo modo non solo viene promossa l’attività fisica, bensì le partecipanti trascorrono del tempo in compagnia di persone capaci di comprendere le difficoltà che una diagnosi tumorale può comportare aiutandole così a combattere la depressione e altre difficoltà psichiche che essa può comportare.

I corsi si sono svolti a Bellinzona e a S. Antonino in più momenti dell’anno e in diverse fasce orarie, così da offrire una maggiore
flessibilità. La

media è stata di 12 iscrizioni per corso con una prevalenza di partecipazioni a Bellinzona. Dato l’interesse dimostrato da parte delle donne e i benefici da loro descritti, vi è l’intenzione di continuare con l’organizzazione dei corsi di Pilates anche negli anni futuri.

Borse di studio

Per l’anno accademico 2016/2017 sono state messe a con- corso 2 borse di studio:

  • una destinata a una formazione in ambito medico/ scientifico/farmaceutico del valore di CHF 5’000;
  • una destinata a una formazione in arti grafiche del valore di CHF 3’000.Le candidature pervenute nell’ambito scientifico sono state 34 e la vasta presenza di candidate valide e meritevoli ha reso la decisione difficoltosa. La scelta è caduta su una ra- gazza che studia al politecnico di Zurigo Scienze Farmaceutiche, certi che saprà sfruttare al meglio l’aiuto finanzia- rio ricevuto.Per quanto riguarda la borsa di studio dedicata alla formazione in arti grafiche, non avendo trovato una candidata ideale, non è stata assegnata e verrà riproposta per l’anno 2017.

Luce alla prevenzione

La Fondazione ha voluto simboleggiare attraverso l’illuminazione rosa di monumenti, piazze ed edifici l’importanza della prevenzione nell’ambito del tumore mammario. L’illuminazione è durata tutto il mese di ottobre dato che ottobre, a livello internazionale, è il mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno: il mese rosa.

L’incidenza a livello ticinese è di oltre 300-350 nuovi casi annui (secondo la statistica del 2015 del Registro cantonale dei tumori) di cui 90 diagnosticati nell’ambito del programma di screening mammografico cantonale attivo da circa due anni.

Con questo progetto, che intendiamo portare avanti anche nel 2017, vogliamo avere un impatto diretto sulle persone e ricordare alle donne di sottoporsi regolarmente a un controllo senologico oltre a prendersi cura di sé stesse con un’alimentazione sana e un costante movimento fisico. In aggiunta miriamo a voler offrire più visibilità e sinergie ai vari progetti proposti da tutte le associazioni/enti coinvolti nella lotta contro il tumore.

L’illuminazione, nel concreto consiste, nell’applicazione di un filtro rosa, preparato su misura direttamente dalla Fondazione Noi Donna, da applicare su fari già installati per illuminare i monumenti. In questo modo è stato possibile rendere l’offerta di collaborazione più allettante poiché il progetto non implicava difficoltà organizzative. Sono stati infatti ben 14 i comuni che hanno deciso di aderire all’iniziativa illuminando i seguenti monumenti:

  • Bellinzona, obelisco in Piazza Indipendenza;
  • Lugano, fontana di Piazza Manzoni;
  • Giubiasco, Campanile della chiesa di Santa Maria Assunta;
  • Valbianca (Airolo), stazione intermedia della funivia di Pesciüm;
  • Cevio-Bignasco, Chiesa San Michele;
  • Faido, Chiesetta di San Martino (Calonico);
  • Chiasso, Scultura “3T” di Max Huber;
  • Locarno, Palazzo Marcacci (sede del Municipio);
  • Fondazione Prioria della Torre (Mendrisio), Chiesa di San Sisinio;
  • Ponte Tresa, Campanile delle Chiesa di San Bernardino;
  • Taverne Torricella, Palazzo del Municipio;
  • Monastero di Santa Maria Assunta (Claro), Monastero diSanta Maria Assunta;
  • Tesserete, Vecchia caserma attuale sede Scuole elementari;
  • Rivera, Splash & Spa;
    A seguito dell’illuminazione dei monumenti in Ticino L’Associazione Europa Donna Svizzera si è mobilitata per trasmettere questa iniziativa anche oltre Gottardo sperando che anche i connazionali francofoni e germanofoni colgano l’occasione per aderirvi.
    Per questa azione sono stati impiegati CHF 977.40 che sono serviti quasi esclusivamente all’acquisto dei filtri poiché la maggior parte dei comuni ha messo a disposizione gratuitamente un proprio impiegato comunale per la relativa applicazione.

Ringraziamo i comuni e gli enti che hanno aderito come anche gli impiegati comunali per il loro aiuto. Riproporremo l’iniziativa anche nel 2017 sperando nella medesima partecipazione se non addirittura maggiore.

A questa iniziativa hanno aderito:
La Lega contro il Cancro (Alba Masullo)
L’Associazione Triangolo (Anna Pedrazzini, Roberta Donzelli)
Il Centro di senologia della Svizzera Italiana (Lucia Manganiello)
Europa Donna Svizzera Italiana (Lisa Ciocco)
Screening Mammografico del Canton Ticino (Alessandra Spitale)
xDonna Swiss Medical SA (Elena Cauzza)

Albero di Natale

In collaborazione con il Municipio di Bellinzona, nel dicembre 2016, in occasione delle festività, è stato posato in Piazza Indipendenza un albero di Natale che è stato allestito interamente con delle decorazioni di colore rosa. L’idea è scaturita dalla volontà di mantenere anche in Piazza Indipendenza, dove è ubicata la sede della Fondazione Noi Donna, un albero di Natale per diffondere l’atmosfera gioiosa delle festività anche nella parte nord del centro cittadino. È quindi nata l’idea di dare alle donne che sono state confrontate, direttamente o indirettamente, con un caso di tumore, di sbizzarrirsi nella decorazione di un elemento in polistirolo: nella maggior parte dei casi si è trattato di sfere così da poter riempire l’albero di bocce giganti.

Sono state un centinaio le donne che hanno colto l’occasione per cimentarsi nella decorazione del polistirolo. Unico criterio richiesto era quello di utilizzare prevalentemente il colore rosa, riprendendo quindi il tema fortemente rievocato dalla nostra fondazione: la prevenzione dei al seno. Il costo per questa iniziativa è stato rappresentato dall’acquisto delle sfere in polistirolo per un valore di CHF 1’055.95. Il Comune di Bellinzona ha infatti sostenuto i costi dell’albero di Natale e della sua posa/rimozione.

Diversi simposi

Durante l’anno la Fondazione Noi Donna ha organizzato diversi simposi e gite al fine implementare l’unione e la solidarietà femminile, così da rafforzare la personalità e incrementare la fiducia in sé stesse. Tra queste vengono elencate una visita guidata al LAC di Lugano, una visita al Caseificio del Gottardo ad Airolo, una visita alle Isole di Brissago, una gita alpina ad Olivone, un Tea Time alla casa del Tè al Monte Verità ad Ascona e un aperitivo al femminile per un totale di CHF 1’004.5.